Migliaccio: un dolce gustosissimo della tradizione!

Tempo di Carnevale, e per cambiare aria scendiamo al sud, in Campania, dove nasce questo favoloso dolce di semolino, ricotta e uova: il migliaccio.
Nella sua semplicità, sprigiona un aroma intenso di millefiori, vaniglia e limone che vi conquisterà!

Migliaccio: un dolce gustosissimo della tradizione! - image migliaccio-1024x1024 on https://www.dulcipedia.it/negozio

Per questa ricetta ho utilizzato una teglia da 20 cm o 22 cm (in caso verrà un pochino più basso)

Ingredienti:
– 4 uova medie
– 250 g di ricotta vaccina
– 225 g di zucchero semolato
– 1/2 bottiglietta di millefiori (o 1 cucchiaino di fiori d’arancio)
– 1 bustina di vanillina (o 1/2 bacca di vaniglia o 1 cucchiaino di estratto di vaniglia)

Per il semolino:
– 375 g di latte
– 50 g di semolino
– una noce di burro
– un pizzico di sale
– scorza di mezzo limone (solo la parte gialla, non grattuggiata)

Migliaccio: un dolce gustosissimo della tradizione! - image migliaccio_2-1024x1024 on https://www.dulcipedia.it/negozio

Procedimento:
Versare il latte in un pentolino antiaderente, unendo il semolino, la noce di burro, la scorza di limone (intera o a pezzi grandi) e un pizzico di sale.
Cuocere a fiamma bassa, continuando a mescolare, per circa 15 min fino a che non inizierà ad addensarsi: risulterà un composto morbido, quasi gelatinoso.
Togliere quindi la scorza di limone e lasciar raffreddare.

A parte, montare per 4/5 minuti le uova con le fruste: a metà, aggiungere lo zucchero, continuando a montare, in modo da continuare ad incorporare aria. Il composto dovrà diventare chiaro e spumoso.
A questo punto, incorporare la ricotta setacciata con un setaccio o un colino, e aggiungere gli aromi.
Mescolare bene fino ad amalgamare il tutto, e aggiungere infine il semolino ormai raffreddato, e mischiare fino a incorporare bene tutto in modo omogeneo.
Questo passaggio può essere fatto anche con la frusta elettrica.

Cuocere in forno ventilato per un totale di un’ora: i primi 15 minuti a 180°C, poi abbassare a 150°C per i restanti 45 minuti.
A cottura ultimata (fate la prova dello stecchino), il migliaccio sarà ben dorato in superficie, e molto gonfio: si abbasserà un pochino nel raffreddamento.
Lasciatelo raffreddare, e servitelo poi con zucchero a velo.

PS: il giorno dopo sarà ancora più buono!

Migliaccio: un dolce gustosissimo della tradizione! - image migliaccio_fetta_3-576x1024 on https://www.dulcipedia.it/negozio

Buona merenda!
Gennaro