Crostatine fatte in casa, la merenda per tutte le età

Continua la saga delle idee per la merenda, questa settimana parliamo di un grande classico, la torta che tutte le nonne preparano ai nipoti almeno una volta: la crostata di marmellata. Certo, ognuno ha la sua storica ricetta di famiglia, ma vorrei approfittare per darvi alcuni consigli per la realizzazione a partire dal formato: non faremo infatti una crostata, bensì delle meravigliose (si, lo devo dire!) crostatine!

Avete presente il gusto di quelle confezionate? Ecco, dimenticatelo! Queste crostatine faranno la gioia non solo degli occhi ma anche del vostro palato. Mai più crostatine secche che necessitano di due litri di succo per essere mandate giù, ma tortine monoporzione perfettamente friabili che possiamo farcire a nostro piacimento.

crostatine

I segreti per queste stupende crostatine sono due: una buona frolla e uno…stampo per muffin! Ebbene sì, è proprio li che andremo a preparare le nostre crostatine. Ma procediamo con ordine, partendo dalla ricetta della frolla.

Ci serviranno:

125 gr burro

100 gr zucchero semolato

la buccia di mezzo limone

2 gr sale

80 gr uova

250 gr farina 00

Confettura a piacere (io lamponi e fichi)

(Nota: da questa dose di frolla tirerete fuori parecchie crostatine. Se volete farne meno o se vi avanza della frolla, potete conservarla in frigo per una settimana o congelarla fino a un mese)

Cominciamo lavorando, in una planetaria con la foglia oppure a mano, il burro con lo zucchero. Una volta amalgamati aggiungiamo le uova (sbattute leggermente in precedenza e nelle quali avremo inserito la buccia del limone grattata) e la farina setacciata con il pizzico di sale, alternandoli un po’ alla volta.

Non appena la pasta comincia a compattarsi e ad aggrapparsi alla foglia, spostiamoci su una spianatoia e compattiamo la frolla con le mani creando un panetto rettangolare. Facciamo questa operazione velocemente per evitare di scaldare troppo il burro. Sigilliamo il panetto con della pellicola e poniamolo in frigorifero a riposare almeno tre ore. Potete preparare il vostro panetto di frolla anche il giorno precedente.

Trascorso il tempo, riprendiamo l’impasto. Per avere un ottimo risultato utilizzate questo trucchetto: ponete il panetto tra due fogli di carta forno e cominciate a lavorarlo col matterello. Non lavorando direttamente sulla frolla la scalderete meno e il risultato sarà decisamente migliore.

Quando avremo ottenuto una lastra uniforme di circa 3 mm lasciatela tra i fogli di carta forno e riponiamola in frigo per almeno 10-15 minuti. Rispettare il tempo e lavorare con una frolla fredda sarà fondamentale per una riuscita perfetta.

Mentre aspettiamo, prepariamo il nostro stampo.
Imburriamo le cavità (io utilizzo sempre lo staccante spray, è molto più comodo e permette di utilizzare una quantità decisamente minore di burro) e infariniamo avendo cura di togliere le polveri in eccesso.

Riprendiamo la frolla già stesa e, con un coppa pasta o un bicchiere del diametro simile o corrispondente a quello delle cavità, ricaviamo dei cerchi che inseriamo all’interno degli spazi nello stampo. Buchiamo con una forchetta i vari dischetti per evitare che si gonfino in cottura. Riprendiamo la frolla avanzata e stendiamola di nuovo a 3 mm tra i due fogli. Poniamola di nuovo in frigo a raffreddare per 10 minuti.

Nel frattempo possiamo riempire le varie tartellette con la confettura a nostra scelta: io ho utilizzato lamponi e fichi, ma potete sbizzarrirvi con i gusti che vi piacciono di più! Una volta farcite mettiamo anche lo stampo con le crostatine in frigo.

Riprendiamo intanto la frolla stesa dal frigo e ricaviamo delle striscioline. Io le ho fatte abbastanza strette, un paio di millimetri, ma anche in questo caso potete lavorare di fantasia. Al posto delle strisce potete fare anche dei cuori o dei fiori con delle formine, l’importante è che la frolla che state lavorando sia ben fredda. Una volta completate le vostre crostatine, ponetele di nuovo in frigo per 10-15 minuti. Lo so, sono passaggi che sembrano noiosi e ci fanno perdere tempo, ma saranno fondamentali per una cottura perfetta della frolla.

Trascorso il riposo in frigo infornate le vostre crostatine in forno ventilato preriscaldato a 17o gradi circa per una ventina di minuti. Il tempo è indicativo, ogni forno è diverso! Un consiglio che posso dare è quello di scaldare il forno e poi iniziare la cottura utilizzando solo la parte sotto per i primi cinque minuti. Poi procedete normalmente accendendo entrambe le parti. In questo modo sarete sicuri di avere delle crostatine perfettamente cotte anche sul fondo.

Una volta pronte, lasciate raffreddare e poi tirate fuori le crostatine dallo stampo. Non è difficile, se avrete ben imburrato e infarinato le crostatine si staccheranno benissimo e riuscirete a prenderle direttamente con le mani dalla cavità. In alternativa vi basterà inclinare delicatamente lo stampo da muffin per aiutarvi.

crostatine 3crostatine2

 

Ora non vi resta che dedicarvi a una gustosa merenda che, vi assicuro, piacerà tantissimo non solo ai piccoli di famiglia. Queste crostatine hanno un solo difetto: sono come le ciliegie, una tira l’altra! Alla prossima ricetta 😉

Francesca – @kikkadimauro