Brioche morbida: una colazione super golosa

Winter has come… e con il freddo è arrivato anche il momento della brioche.

La brioche che conosciamo è nata in Normandia nel XVI secolo, ma in realtà la pasta per brioche sarebbe nata nel MedioEvo.

Al giorno d’oggi ci sono tante rivisitazioni della brioche: con gocce di cioccolato, con scorza di limone o arance, con dell’estratto di fior d’arancio… Tante rivisitazioni per tanti gusti diversi.

In Francia si usa mangiare la brioche per colazione con un po’ di burro spalmato e una bella cucchiaiata di marmellata sopra.. (siamo tanto golosi…).

Ho passato tanto tempo a cerca una ricetta che mi desse una brioche morbida, alla fine ho deciso di fare la brioche intrecciata che viene della città di Metz e di seguire la ricetta di una food blogger francese @clelia_13, poi ho aggiunto qualche modifica. Spero che vi piaccia!

brioche dettaglio

Ingredienti per una brioche di 26 cm di lunghezza:

250g di Farina 00

5g di sale

35g di zucchero 

150g di uova 

1 cucchiaino di estratto di vaniglia o fior d’arancio 

10g di lievito fresco ( + un pochino di latte a parte)

100g di burro freddo a cubetti 

Per dorare: 1 uovo

Istruzioni

Mettere il gancio impastatore alla planetaria. 

In una tazzina da caffè riscaldare un pochino di latte (5 secondi in microonde) e versarlo sul lievito (il latte non dovrà essere bollente).

Il lievito inizierà ad attivarsi, lasciare da parte. 

Nella ciotola della planetaria mettere la farina, lo zucchero e al lato opposto il sale.

Mettere la planetaria a velocità 1/10 e versare le uova sbattute poco a poco, dopodiché, versare il lievito.

Quando l’impasto è omogeneo e forma una palla, aumentare la velocità a 2/10 e aggiungere i cubetti di burro uno dopo l’altro.
PS: Questo passaggio  può sembrare un po’ lungo ma abbiate pazienza e ne verrete ripagati.

Lasciare girare per 15 minuti. Se l’impasto dovesse attaccarsi, fermare la planetaria e pulire bene la ciotola, per poi riprendere il tutto.

Aumentare a velocità 4/10 e lasciare girare più o meno 8 minuti finché non si sente l’impasto sbattere contro le pareti della ciotola.
Quando l’impasto è bello elastico, ricoprire con la pellicola a contatto e lasciare a temperatura ambiente per 2 ore.

Sgasare: con la mano spingere sull’impasto così usciranno i gas che si erano formati (l’impasto si abbasserà).
Ricoprire di nuovo a contatto e lasciare in frigo per 1 notte.

Il giorno dopo formare tre palle di più o meno 180g e allungarle a forma di salsicciotti lunghi circa 40 cm. Riunirli ad un’estremità e formare una treccia.
Imburrare e infarinare uno stampo per dolci (26cm per me), adagiare la brioche e spennellare sopra l’uovo sbattuto, evitando le intersezioni.

Lasciare per 2 ore nel forno a 25-28 gradi (sarà sufficiente il forno spento con la luce accesa).

Preriscaldare il forno a 180 gradi e, prima di infornarla, spennellare sopra l’uovo.

Infornare per 20 minuti.

brioche

 

NB: i più golosi possono aggiungere gocce di cioccolato all’impasto. 

La cosa importante quando si tratta di brioche è: Rispettare i tempi di lievitazione.
Per mangiare una brioche morbida ci vuole tempo.
Non impastare a velocità troppo alta, meglio una velocità più bassa, se no il burro potrebbe sciogliersi… la brioche ha bisogno di essere coccolata…

 

Juliette @dolci_di_juliette